site content top site content top site content top
il progetto  foto  video  rassegna stampa  contatti 
TALK    CORSI    VIDEO MAKING    LABORATORIO    MOSTRA    LIBRO   
ISCRIVITI alla NEWSLETTER

EVENTI
2014_16
> mappa
site content top site content bottom
Cookie policy    Copyright © 2015 TAXI1729 Snc. Tutti i diritti riservati.
IL PROGETTO
dove, come, quando e perché è nato

Win For Life, slot machine, videolottery, Superenalotto, Gratta e Vinci, lotto, poker, bingo, roulette, scommesse sportive. Tutti sanno bene cosa sono, e basta accendere la tv o sfogliare la propria rivista preferita per farsi incantare dalle promesse di vincite milionarie. Nonostante la popolarità di questi giochi, però, sono in pochi ad avere un’idea anche solo vaga delle dimensioni del fenomeno. E qui basta un numero a fare bingo: 88. Sono i miliardi di euro raccolti con il gioco d’azzardo nel 2015 il che vuol dire che in media ogni italiano, neonati compresi, ha giocato in un anno oltre 1400 euro per tentare la fortuna.

Ecco: la fortuna. Chi di noi, almeno una volta, non ha creduto al sogno di incontrarla per caso e cambiare vita? Un sogno low cost, la piccola spesa per l’acquisto di un biglietto. Ma quanto è davvero a portata di mano, questo sogno? È davvero piccola la spesa da affrontare? Quanto è equo il prezzo del biglietto? Quali false credenze influiscono sulla propensione al gioco? Quante informazioni sono concesse al giocatore?

Da queste domande è nata nel 2009 l’esperienza di Fate il Nostro Gioco™. L’idea è di usare la matematica come strumento di prevenzione, una specie di “antidoto logico” per immunizzarsi almeno un po’ dal rischio degli eccessi da gioco. Perché, ne siamo convinti, la matematica è esercizio di pensiero critico, un’occasione per creare un’opinione consapevole nei cittadini, specialmente nei ragazzi, in un ambito in cui molto si basa sulla scarsa conoscenza delle leggi che governano la sorte.

Fate il Nostro Gioco™ esplora le leggi matematiche che stanno dietro il caso e le scommesse. Lo fa con tutti gli strumenti che siamo riusciti a immaginare: numerosi interventi televisi, una mostra, un laboratorio, una conferenza per gli stuenti e per la cittadinanza, dei corsi di formazione e approfondimenti per operatori e insegnanti, una pagina Facebook e un account Twitter in continuo aggiornamento e, dal 10 marzo 2016, anche un libro.

Scarica il PDF di presentazione del progetto.


GLI AUTORI
Paolo Canova _ Diego Rizzuto _ Sara Zaccone

Paolo Canova e Diego Rizzuto, un matematico e un fisico di Torino, dopo esperienze diverse nel campo della comunicazione scientifica hanno messo insieme competenze e obiettivi dando vita nel 2009 a Fate il Nostro Gioco™.

Insieme a Sara Zaccone, nel 2012 hanno fondato TAXI1729, una società di formazione e comunicazione scientifica con un preciso intento: unire la precisione e il rigore di cui la scienza ha bisogno con la passione e il divertimento che nascono da un modo diverso di raccontarla.

In poco tempo, Fate il Nostro Gioco™ ha avuto un successo e una visibilità difficili da prevedere, rivelando grandi capacità di attirare su di sé l’attenzione del pubblico e dei mezzi d'informazione: gli autori sono stati ospiti del programma di divulgazione scientifica di La7 "La Gaia Scienza", ed è stata affidata loro una rubrica, “I probabilisti”, di 8 servizi per altrettante puntate in onda tra marzo e maggio 2010. A questa esperienza hanno fatto seguito molti interventi, come esperti di matematica e gioco d’azzardo, su Italia1 (“Le Iene”), Rai1 (“A sua immagine”), Rai3 (“Cosmo”, programma di divulgazione scientifica), Radio Deejay (insieme al Trio Medusa e a Luciana Littizzetto) e Rai Radio3. Al progetto sono stati dedicati numerosi servizi su Rai2, Rai3, Canale5, Italia 1, La7, speciali sul TG3 nazionale, TGR Piemonte e TGR Liguria e articoli su Il Corriere della Sera, La Repubblica, La Stampa, Famiglia Cristiana, Wired, Vanity Fair, giornali locali e riviste specialistiche.

Il progetto Fate il Nostro Gioco™ ha coinvolto fino a oggi quasi 100.000 persone, in maggior parte studenti, in Italia ma anche in Francia e Svizzera. Fra queste occasioni, particolarmente significativi i due interventi tenuti il 20 marzo 2012 e il 17 novembre 2014 presso la Camera dei Deputati.

Nel 2010 i progetti di comunicazione scientifica della società sono stati premiati dal Ministero della Gioventù al Festival dei Giovani Talenti.

Nel lavoro di ricerca e d’intervento sul territorio, hanno attivato collaborazioni con i seguenti enti:

Media:





Enti istituzionali:





Fondazioni di origine bancaria:





Banche e assicurazioni:




Università e enti di ricerca:





Servizio Sanitario Nazionale:





Enti del privato sociale:








Associazioni di categoria:




Festival culturali e musei:




Enti di formazione e comunicazione della scienza:





Società di comunicazione: