site content top site content top site content top
il progetto  foto  video  rassegna stampa  contatti 
TALK    CORSI    VIDEO MAKING    LABORATORIO    MOSTRA    LIBRO   
ISCRIVITI alla NEWSLETTER

EVENTI
2014_16
> mappa
site content top site content bottom
Cookie policy    Copyright © 2015 TAXI1729 Snc. Tutti i diritti riservati.
FATE il NOSTRO GIOCO™
il progetto in 146 parole

Fate il Nostro Gioco™ nasce da un obiettivo e da una precisa convinzione. L'obiettivo è quello di svelare le regole, i piccoli segreti e le grandi verità che stanno dietro all'immenso fenomeno del gioco d'azzardo in Italia. La convinzione è che il modo migliore per farlo sia usare la matematica come una specie di antidoto logico, per creare consapevolezza intorno al gioco e svelare i suoi lati nascosti.

Fate il Nostro Gioco™ si fonda su un ampio studio della matematica del gioco d’azzardo, completamente originale, condotto da Paolo Canova e Diego Rizzuto, un matematico e un fisico torinesi. Il progetto nasce nel 2009 grazie a una mostra dedicata alla matematica del gioco d’azzardo, e da allora si è sviluppato trasformandosi in molte diverse esperienze: una conferenza, un laboratorio, un format tv, un corso di formazione per insegnanti e operatori sanitari e, dal 10 marzo 2016 anche un libro.

Scopri di più sul progetto...




PREMIO VINCENZO DONA 2016
18.11.2016

Non avevamo mai ricevuto un premio e, a differenza di Bob Dylan, siamo corsi tutti e tre a Roma a ritirarlo, orgogliosi e anche un po' commossi. Venerdì 18 novembre 2016, sul palco del Teatro Argentina, è stato assegnato alla nostra società TAXI1729 il Premio Vincenzo Dona 2016, istituito 10 anni fa dall'Unione Nazionale Consumatori in onore del suo fondatore, «per aver dimostrato – recita la motivazione – che è possibile parlare ai consumatori in modo giocoso e scientifico allo stesso tempo, per la guerra dichiarata alle azzardopatie e a tutti quelli che continuano a confonderle con un gioco, nella convinzione che soltanto “svelando le regole del gioco” si crei consapevolezza nei consumatori».



DIEGO E PAOLO SU RAI3 DA GRAMELLINI
12.11.2016

Diego e Paolo, ospiti della trasmissione "Le parole della settimana" in onda sabato 12 novembre su Rai3 alle 20:35, portano una breve riflessione sulla parola "azzardo" a Gramellini e i suoi ospiti Enrico Bertolino e Ambra Angiolini.



IL LIBRO
nelle librerie dal 10 marzo 2016

Dopo oltre un anno di lavoro, dal 10 marzo è possibile trovare nelle librerie Fate il Nostro gioco. Gratta e Vinci, azzardo e matematica, edito da Add. Il libro è anche è prenotabile onine su Amazon a questo link e su Ibs a questo link. Per le presentazioni del libro, consulta il calendario dei nostri prossimi eventi.

«Nel casinò l'entusiasmo è alto: i flash rubano foto ricordo, perché chissà quanti secoli passeranno prima che capiti di nuovo una cosa del genere. Il ragazzo però ci ha preso gusto e si risiede alla macchinetta: inserisce i dollari nella fessura, sceglie 20 numeri, attende l'estrazione e... BUM ne azzecca di nuovo 19. Altri 200.000 dollari vinti.
La probabilità che tutto questo sia avvenuto per caso è bassa, troppo bassa. Circa 1 su 25.000.000.000.000.000.000.000.000.000.
000.000.000.000.000.000.
C'è qualcosa che non torna.»

«Che cosa mi piace di Diego e Paolo? Due cose. La prima è che sono due giovani pieni di passione e la passione è una roba rara. La seconda è che ci fanno vedere la matematica come una materia meravigliosa».

Luciana Littizzetto

Scopri di più sul libro...






LABORATORIO A STRADELLA
Stradella 7 _ 12 marzo 2016

Abbiamo allestito il nostro laboratorio sulla matematica del gioco d'azzardo a Stradella (PV) dal 7 al 12 marzo 2016 ospiti del Comune nell'ambito del progetto "Mettiamoci in gioco".
Il laboratorio è stato visitato da 603 persone (516 studenti, 31 insegnanti e 56 privati). Grazie di cuore ai nostri preziosi divulgatori: Diego Signore e Matteo Conci.

Scopri di più sul laboratorio...










LABORATORIO A VIMERCATE
Vimercate 18 _ 24 gennaio 2016

Abbiamo allestito il nostro laboratorio sulla matematica del gioco d'azzardo a Vimercate (MB) dal 18 al 24 gennaio 2016 ospiti dei comuni di Carnate, Burago di Molgora, Ornago e Vimercate nell'ambito del progetto "La trappola del gioco: se la conosci la eviti".
Il laboratorio è stato visitato da 955 persone (794 studenti, 64 insegnanti e 97 privati). Grazie di cuore ai nostri preziosi divulgatori: Silvio Lùgaro e Diego Signore.

Scopri di più sul laboratorio...








LABORATORIO A LECCO
Lecco 19 novembre _ 2 dicembre 2015

Abbiamo allestito il nostro laboratorio sulla matematica del gioco d'azzardo a Lecco dal 19 novembre al 2 dicembre 2015 per conto dell'ASL del capoluogo della provincia lombarda.
Il laboratorio è stato visitato da 1.411 persone (1.112 studenti, 110 insegnanti e 192 adulti, di cui 81 giocatori patologici o problematici). Grazie di cuore ai nostri preziosi divulgatori: Silvio Lùgaro, Diego Signore, Olmo Morandi e Matteo Conci. E grazie alla gentile, simpatica, efficiente e competente squadra del'ASL di Lecco: Damaris, Giorgio, Angelo e Elisa.

Scopri di più sul laboratorio...





LABORATORIO IN VALLE DI SOLE
Malè 30 settembre _ 4 ottobre 2014

Dopo la bella esperienza a Trento e Bolzano nel 2013, la mostra - nella forma di laboratorio interattivo - è tornato nell'autunno del 2014 in Trentino-Alto Adige e per la precisione a Malè, il capoluogo della Val di Sole, presso il palazzo della Comunità della Valle di Sole. Il laboratorio è stato visitato la mattina dagli studenti delle scuole medie e superiori della Valle di Sole e della vicina Valle di Non e il pomeriggio dalla sua cittadinanza.
L'evento è stato organizzato in collaborazione con il Progetto Giovani Valle di Sole, Comunità della Valle di Sole - Associazione Provinciale Per i Minori onlus.

Guarda le foto...
Scopri di più sul laboratorio...





DIEGO E PAOLO A LE IENE
27 marzo 2014 e 26 ottobre 2015

Diego e Paolo sono ospiti della trasmissione televisiva "Le Iene" andata in onda su ITALIA1 il 27 marzo 2014 (e il 26 ottobre 2015) con la iena Nadia Toffa.

Guarda tutti i video...





LA MOSTRA A BOLZANO
Bolzano 14 ottobre _ 16 novembre 2013

La mostra a Bolzano si è conclusa. Ecco i numeri di questa indimenticabile esperienza.
In uno spazio espositivo di 334 metri quadri, illuminato sapientemente da 24 proiettori LED
i 3 soci di TAXI1729 insieme a 3 fidi collaboratori e 1 architetto hanno trasportato 1.927 chilogrammi di materiale contenuti in 82 colli da Torino a Bolzano e hanno allestito la mostra in 4 giorni di lavoro.
La mostra è rimasta aperta al pubblico per 34 giorni consecutivi dal 14 ottobre al 16 novembre 2013 presso l'Academy Cassa di Risparmio di Bolzano. Alessia, Andrea, Eloisa, Gabriele, Magdalena e Matteo sono i nomi dei 6 bravissimi divulgatori, amorevolmente coordinati da Diego e Silvio, che con le loro 762,75 ore di lavoro hanno accompagnato i 3.207 visitatori (2.501 studenti e 706 adulti, di cui 90 giocatori patologici) in 319 visite guidate di 1,5 ore ciascuna per un totale di 478,5 ore di matematica e passione.
Per concludere 1.000 grazie a Peter, Giuditta, Christa, Manuel, Nicole e Florian del Forum Prevenzione, a Senio della Young Caritas e Andreas della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.

La mostra è stata realizzata col sostegno di



in collaborazione con il Comune di Bolzano, la Rete Gioco d'Azzardo, l'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige, l'Associazione Hands, la Caritas, la Young Caritas, la Fondazione UPAD, l'Associazione AMA e le Intendenze Scolastiche Italiana, Tedesca e Ladina e con il patrocinio dei comuni di Merano, Laives, Bressanone e Brunico.





Roulette
dati raccolti a Bolzano dal 14 ottobre al 16 novembre 2013


All'interno della mostra abbiamo condotto un esperimento al tavolo della Roulette. L'obiettivo era quello di mostrare il significato statistico del valore atteso dell'incasso. È possibile calcolare infatti che al tavolo della roulette, qualsiasi sia la modalità di scommessa (colore, pieno, cavallo, combinazioni speciali, ...), il valore atteso dell'incasso di una scommessa da 100 euro è di 97 euro e 30 centesimi. Cosa significa questo? Questo significa che un giocatore che scommetta tante volte 100 euro alla Roulette è destinato a perdere mediamente 2 euro e 70 centesimi per ciascuna giocata.
Durante la visita guidata della mostra, quando facevamo tappa al tavolo della roulette davamo ad alcuni visitatori 100 euro in fiches col compito di scommettere l'intero capitale nel modo che preferivano. Dopo la fase di scommessa prendevamo nota del bilancio dell'investimento di ciascun giocatore e ne calcolavamo la media fino a quel punto.
La previsione matematica è che all'aumentare del numero di giocatori al nostro tavolo della roulette il bilancio medio tenderà ad avvicinarsi ad una perdita di 2 euro e 70 centesimi per giocata. Nel grafico sottostante sono riportati i dati dell'esperimento: dopo 1.880 scommesse da 100 euro i giocatori hanno perso complessivamente 5.130 euro che corrisponde ad una media di 2 euro e 73 centesimi per giocata.
La previsione matematica si è avverata!



Attenzione però che è molto facile farsi ingannare da questo primo grafico. Il fatto che dopo un gran numero di scommesse da 100 euro alla roulette il giocatore sia destinato a perdere mediamente 2 euro e 70 centesimi per scommessa non significa che un giocatore che entri in un casinò con 100 euro in tasca sia destinato a trovarsi, dopo un gran numero di scommesse, con 2 euro e 70 centesimi in meno in tasca! Dopo un numero abbastanza grande di scommesse alla roulette, infatti, il giocatore avrà quasi certamente perso tutti i 100 euro con i quali era entrato nella sala da gioco! Per capire meglio il significato del primo grafico è necessario rileggere attentamente le conclusioni che ne avevamo tratto.
La previsione matematica è che all'aumentare del numero di giocatori al nostro tavolo della roulette il bilancio medio tenderà ad avvicinarsi ad una perdita di 2 euro e 70 centesimi per giocata.
Il concetto chiave della frase è «per giocata». Un giocatore che giochi tante volte 100 euro alla roulette perderà mediamente gli stessi soldi che perde un giocatore che perda esattamente 2 euro e 70 centesimi ogni 100 scommessi. Come si vede anche da ciò che è accaduto nell'esperimento condotto a Bolzano, mentre il grafico del bilancio medio (qui sopra) tende ad assestarsi intorno al valore atteso 2 euro e 70 centesimi, il grafico del bilancio complessivo del giocatore (qui sotto) tende ad essere sempre più negativo ovvero più si gioca e più si è destinati a perdere!





Black-Jack
dati raccolti a Bolzano dal 14 ottobre al 16 novembre 2013


Qui sotto riportiamo gli stessi risultati ma per il tavolo del Black-Jack. Il valore atteso dell'incasso di una spesa di 100 euro al tavolo del Black-Jack può raggiungere i 99 euro e 30 centesimi a patto di seguire delle regole molto precise e chiedere carta, lasciare, raddoppiare, splittare o assicurare la posta in base ad una strategia che prende il nome di "strategia di base". Questo significa che un giocatore che "sappia giocare bene" e scommetta tante volte 100 euro al Black-Jack è destinato a perdere mediamente 70 centesimi per ciascuna giocata. Al nostro tavolo i giocatori non applicavano nessuna strategia e giocavano una versione semplificata del Blackjack: ci aspettavamo dunque un bilancio medio molto inferiore al crescere del numero di giocate. In effetti dopo 421 scommesse da 100 euro i giocatori hanno perso complessivamente 6.035 euro che corrisponde ad una media di 14 euro e 33 centesimi per giocata.





Gioco delle 3 porte
dati raccolti a Bolzano dal 14 ottobre al 16 novembre 2013


Qui sotto riportiamo i dati raccolti nel gioco delle tre porte.
273 persone hanno partecipato al gioco. Di queste, 168 (70,9%) hanno scelto di non cambiare porta mentre 69 (29,1%) hanno scelto di cambiarla. Delle 168 persone che non hanno cambiato porta, 115 (68,5%) hanno perso mentre solo 53 (31,5%) hanno vinto. Delle 69 persone che hanno scelto di cambiare porta, 55 (79,7%) hanno vinto mentre solo 14 (20,3%) hanno perso.



I visitatori hanno in gran parte preferito non cambiare porta. I dati raccolti mostrano che è conveniente cambiare poiché cambiando si vince più spesso che rimanendo sulla porta scelta all'inizio. Se potessimo andare avanti con l'esperimento la percentuale di quelli che vincono restando si avvicinerebbe sempre più al 33,3% e la percentuale di quelli che vincono cambiando porta al 66,7%.



LA MOSTRA A TRENTO
Trento 15 marzo _ 18 aprile 2013

La mostra a Trento si è conclusa.
4.447 persone hanno potuto visitarla dal 15 marzo al 18 aprile 2013 presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto grazie all'impegno congiunto di Comune e Provincia di Trento, Fondazione Caritro, Casse Rurali Trentine, Coordinamento Nazionale Comunità Accoglienza, Museo Tridentino di Scienze Naturali e Associazione A.M.A. Auto Mutuo Aiuto onlus Trento.
Un grazie speciale alla mitica squadra di animatori scientifici che con le loro 765,75 ore di lavoro e passione hanno trasformato un'idea in un'esperienza umana indimenticabile per i visitatori: Aaron Gaio, Andrea Conci, Carlotta Gazzola, Diego Signore, Francesca Martinelli Marco Martinoli, Olmo Morandi, Marta Saccoletto, Matteo Conci e Silvio Lugaro.

Partner_
In partnership con:
     
     

In collaborazione con:
Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, Arcidiocesi di Trento, Ordine degli Assistenti Sociali Trentino Alto Adige, Comune di Rovereto, Forum delle Associazioni Familiari, Cassa di Risparmio Sparkasse del Trentino, Associazione Occhio al Gioco.